.
Annunci online

ilcuorequilatestanelmondo
7 settembre 2007
Giovanni Casaletto: La nostra generazione sceglie il Pd
Pubblichiamo l'intervista di Vito Bubico apparsa oggi, venerdì 7 Settembre, su il Quotidiano della Basilicata.

Al termine della tre giorni metapontina alcune domande al segretario regionale della SG Giovanni Casaletto.

Il cuore qui, la testa altrove è stato lo slogan di Eurogeneration. Ma qui in Basilicata, visto lo stato delle cose, non servirebbe anche la vostra di testa, oltre che il cuore? Quale è il messaggio che dalla festa avete voluto inviare ai giovani lucani ?
Lo slogan della festa (di successo e che Veltroni ha ripreso nel videomessaggio inviatoci) è stato un modo per dire che da qui, dal Sud, dalle sponde del Mediterraneo si può partire per arrivare dovunque. La Basilicata è la nostra regione, qui sono i nostri affetti, ma il mondo è la nostra casa. Questa è una generazione itinerante, non residente, gira l'Italia e l'Europa per studio e per lavoro. Non possiamo chiedere ad essa di fermarsi coattamente qui ma di mettere a disposizione le migliori competenze, professionalità ed esperienze.

Assistendo alle iniziative di Eurogeneration si è avuta l’impressione che vi atteggiaste già a dirigenti/militanti del PD, un partito che non c’è ancora, che dovrebbe definirsi -specie nei contorni valoriali-programmatici- solo dopo il 14 ottobre. A parte la congenita impazienza giovanile, da che discende questa fretta a vestire una casacca ancora imbastita e non ancora uscita cucita definitivamente dalla sartoria? Significa che comunque andrà, per voi il PD sarà un successo?
Abbiamo incontrato la politica quando le ideologie non erano più la motrice dei partiti di massa. Contenuti e risposte non erano più adeguate, non dico a rappresentare, ma almeno a parlare ad una generazione. La politica deve dare risposte concrete a problemi reali e quella a cui parliamo è una generazione disincantata, laica. Conosce il mondo, sa quello che succede ma, a differenza di chi negli anni '60 o '70 si iscriveva ad un partito, non si propone di governarlo, di cambiare insieme ad altri lo stato delle cose e di fare comunità. E' molto autonoma, quasi individualista. Il Pd può essere il contenitore per tante individualità, il soggetto che può prendere decisioni importanti (welfare, scuola, saperi, pensioni, professioni) per una generazione che vuole essere protagonista ma non se ne accorge. Quindi sì. Comunque andrà il Pd sarà un successo.

Un critica raccolta e che giriamo. A scorrere l’elenco degli oratori più che la festa dei giovani della SG, Eurogeneration è sembrata essere una passerella del gota politico adulto lucano. Parafrasando il vostro Dino Paradiso della notte vergassoliana : ma se loro sono venuti a raccontarvi il passato, voi giovani avete parlato loro del futuro? Di quello lucano per intenderci, magari per renderlo migliore?
Penso che nella tre giorni siano emersi spunti importanti. Noi abbiamo discusso con i politici adulti e abbiamo fatto sentire quanto forte e appassionata sia la nostra voce. Il nostro futuro passa dall'Europa, dal Mediterraneo, dalla capacità di una intera regione di innovare e di sentirsi comunità di destino, alzare la testa. Non credo a quanti dipingono la Basilicata come terra del malaffare e priva di futuro ma neanche a chi vuol farci credere che meglio di così non si può. La nostra regione è cambiata tanto ed in meglio negli ultimi anni. Non bisogna perdere la rincorsa. Noi ci prenderemo ogni occasione per far sentire i giovani protagonisti di un futuro che è tutto da scrivere.

Questa, passa per essere la generazione del web. Pensi che internet sia sufficiente a far viaggiare la politica, le idee, le passioni e che si possa fare a meno del contatto diretto tra le persone (incontri, dibattiti, assemblee sul territorio -ovvero quella che era la fitta “rete” di partecipazione e relazioni della buona politica di una volta) ?
Il qui e l'altrove dello slogan è anche questo. Una bella immagine di Diamanti racconta di giovani "così vicini così lontani" che dal divano di casa (luogo fisico, "familiare") stanno altrove, magari chattando o inviando sms. Internet è uno straordinario veicolo di informazioni e di contenuti (anche se inconsapevoli e devianti alle volte) ma (e qui faccio forse un torto al dato anagrafico) resto convinto che non potrà mai esserci una democrazia virtuale. La tecnologia è un supporto, velocizza lo scambio, ma i problemi e le passioni viaggiano in uno spazio fisico.
Le cose possono stare insieme ma nessuno pensi di sostituire l'una all'altra.

Il caso Corona ha fatto emergere anche nel dibattito locale la pericolosa crisi valoriale causata dalla pervasiva imposizione dei modelli televisivi che dettano al momento il modus vivendi della società (aspirazioni, sogni, ecc.) e della stessa prassi politica in essere (annunci e pochi risultati, dibattiti urlati nei salotti televisivi, scollamento dalla realtà). Ai 41 giovani venosini il merito di aver smosso l’acqua dello stagno. Cosa pensi si possa fare per rimediare a questi danni ? E’ ancora possibile strappare i giovani al miraggio di un futuro di veline e restituirli ai sani sogni della loro età ?
Questo è un modello che ha preso ad affermarsi nella società della comunicazione. Senza polemiche in Italia possiamo anche chiamarlo modello Mediaset o Berlusconi. Non sono convinto che certe aspirazioni siano di per sè segno di degrado così come ho sempre ammesso di guardare anch'io (qualche volta!) il Grande Fratello. Il tema è far sì che ciò non diventi l'unica dimensione di vita dei giovani e l'unico modello che la società offre. Ora per rimediare occorre rimettere al centro le qualità, la fantasia, la creatività dei giovani. La loro voglia di essere (perchè no di apparire) e dare loro le opportunità per poter realizzare le proprie aspirazioni, per mettersi alla prova. Bisogna far sentire che le cose per cui uno studia, si impegna e lavora sono a portata di mano (giovani talenti, professionisti, artisti). Bisogna comunicare l'idea di una società non ostile in cui ognuno può cimentarsi ed osare. E nello stesso tempo imporre una condotta diversa alla politica: meno urlata, meno salottiera, meno voglia di apparire e più voglia di fare.

Da giovane, cosa diresti a un altro giovane per convincerlo ad occuparsi della politica ?
Che dall'impegno suo insieme a quello di tanti altri si può vivere in un mondo più bello e più giusto. Il clima del pianeta si sta riscaldando, ciò che accade in Cina o in India, un esperimento atomico, un fatto qualsiasi, può avere effetto su ognuno di noi ed in ogni luogo. Non possiamo più pensare di agire da soli per imprimere una svolta alle cose. Quando in gioco c'è (nel bene o nel male) il nostro futuro noi giovani abbiamo dimostrato di esserci: le marce per la pace, i diritti e l'ambiente, i giovani che, a partire dall'sms di una 18enne, manifestano per la liberazione di Simona Pari e Simona Torretta, i giovani di Locri. Essi sono già pronti, anzi già impegnati. Non sempre in politica ma in associazioni, volontariato, terzo settore, cooperazione allo sviluppo. Il potenziale è straordinario. Il punto è che la politica deve recuperare credibilità ed essere percepita come lo strumento che, usato da tutti, è in grado di costruire un mondo migliore.



permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 7/9/2007 alle 18:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
7 settembre 2007
Intervista a Dario Vergassola



permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 7/9/2007 alle 12:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
7 settembre 2007
Intervista a Pina Picierno



permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 7/9/2007 alle 12:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
6 settembre 2007
Politica e Classi dirigenti
Postiamo l'audio dell'iniziativa conclusiva di Eurogeneration che ha visto la straordinaria partecipazione del Ministro Giuliano Amato. Il file è stato preso da Radioradicale presente a Metaponto.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eurogeneration

permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 6/9/2007 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
4 settembre 2007
Walter Veltroni ad Eurogeneration


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eurogeneration

permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 4/9/2007 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
4 settembre 2007
Welcome to Eurogeneration
Dear friends and participants, welcome to Eurogeneration 07

The 6th Sinistra Giovanile of Basilicata regional festival acquires this year an exclusive value due to the participation of “Democratica”, the Think tank of the young democrats who consider the Democratic Party a decisive occasion for Italy. “Heart here, Mind in the World” is the motto we chose to avoid the dichotomy between Here and There; a Here of a land which has to struggle to win the global challenges and a There of a quick and complex world, against which there is no chance for feeble reactions, evading difficulties. Italy and the whole Mezzogiorno (Southern Italy) will have to make strong and courageous choices, to catch the train of modernity and build for themselves a new role in the new knowledge-rich network-based economy, in the world of “just in time”.

The young generations will be able to express a real protagonism as long as the country will provide them freedom of access and movement, rights and opportunities, starting from a now undelayable welfare and job market reform and an authentic investment on knowledge and learning. Europe is the natural space where to develop the country renaissance. It’s a great civil and political challenge for a whole generation and will need to be more and more a subject able to influence global dynamics, to contribute to the transformation of the present model of development and distribution of global riches in a more equal and just direction. The Mediterranean is the framework in which to imagine a big part of our future. A space for a long-awaited peace, first of all, but also for exchanges and cultures, full of opportunities, a place of growth, development and encounter. In a moment in which politics and policy-making seem distant from the young generations and politicians are considered unworthy of trust in the country, Sinistra Giovanile, Democratica and Giovani Della Margherita want to express a tension, a struggle in this sense; accommodating for 3 days hundreds of young women and men coming from all over Italy, to talk about politics, dreams, hopes, to talk about future.

Happy Festival for everyone!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eurogeneration

permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 4/9/2007 alle 21:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
27 agosto 2007
La sfida per i giovani democratici
Cari amici e partecipanti benvenuti ad Eurogeneration 07.

La 6° festa regionale della Sinistra Giovanile di Basilicata acquisisce quest’anno una valenza esclusiva grazie alla partecipazione di “Democratica”, il think tank dei giovani democratici che vedono nel Pd un’occasione decisiva per l’Italia. “Il cuore qui la testa nel mondo” è lo slogan che abbiamo scelto per fugare la dicotomia tra il qui e l’altrove; il qui di una terra che deve compiere ogni sforzo per vincere le sfide globali e l’altrove di un mondo veloce e complesso a cui non si può reagire fiaccamente, fuggendo le difficoltà. L’Italia e la Basilicata devono attuare scelte forti, di rottura per agganciare il treno della modernità e ritagliarsi un ruolo nella nuova divisione internazionale del lavoro, nella nuova economia dei saperi e della conoscenza, nel mondo delle reti, del just in time.

I giovani sapranno essere protagonisti nella misura in cui il Paese saprà garantire loro libertà di accesso e mobilità, diritti ed opportunità, a partire da una ormai improcrastinabile riforma del welfare e dei saperi, del mercato del lavoro e delle professioni. L’Europa è lo spazio dentro cui collocare il rilancio del Paese. Essa è la grande sfida  civile e politica per un’intera generazione e dovrà essere un soggetto capace di incidere sulle dinamiche globali, per contribuire alla trasformazione dell'attuale modello di sviluppo e di distribuzione della ricchezza mondiale in senso più equo e più giusto. Il mediterraneo è la cornice entro cui immaginare gran parte di questo nostro futuro. Uno spazio che sia finalmente di pace, innanzitutto, ma anche  di scambi e di culture, ricco di opportunità, luogo di sviluppo e crescita, di incontro.  In un momento in cui la politica appare distante dalle giovani generazioni e gode di scarsa fiducia nel Paese, la Sinistra giovanile, Democratica, i Giovani della Margherita vogliono testimoniare una tensione, uno sforzo in questo senso, accogliendo per tre giorni centinaia di ragazze e ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia, parlando di politica, parlando di sogni, di speranze, parlando al futuro.

Buona festa a tutti!


Giovanni Casaletto
Segretario Sg Basilicata

Angelo Petrosillo
Coord. Nazionale Democratica

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eurogeneration

permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 27/8/2007 alle 13:44 | Versione per la stampa
24 agosto 2007
Stop alle adesioni
E'convocata per Lunedì 27 agosto alle ore 11 presso il Goblin's in P.zza Mario Pagano la conferenza stampa di presentazione di Eurogeneration 2007, la Festa dei giovani del mediterraneo, sesta festa regionale della Sinistra giovanile di Basilicata che si svolgerà presso il camping village Riva dei Greci a Metaponto dall'1 al 3 settembre. Nella conferenza stampa saranno presentati i partners ed il vasto programma politico della tre giorni per il Partito democratico, verso il 14 ottobre. L'occasione è anche utile per comunicare che da oggi 24 agosto, per l'eleveto numero di adesioni pervenuteci non è più possibile prenotarsi per la tre giorni. Ringraziamo le tantissime ragazze ed i ragazzi che in queste ore ci hanno inviato la loro adesione e diamo a tutti l'arrivederci all'apertura della festa.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eurogeneration

permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 24/8/2007 alle 11:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
20 agosto 2007
Programma di Eurogeneration
Programma di eurogeneration

Sabato 1 settembre

Dalle ore 12.00 alle ore 13.00 arrivi autobus.
Ore 15.00 arrivi automuniti.
Accoglienza partecipanti e sistemazione in bungalow.


APERTURA DEL MEETING
Ore 19.00 Presentazione festa e saluto di benvenuto.

Giovanni Casaletto (Segretario regionale Sg Basilicata)
Dino Paradiso (Assessore Comune di Bernalda)
Maria Antezza (Presidente Consiglio Regionale)
Angelo Petrosillo (Coordinatore Democratica)

Ore 20.00 – Aperitivo democratico e cena con brasilianjazz.

Ore 21:30 – L’EUROPA “POTENZA GENTILE”: QUALE STRATEGIA COMUNE PER L’EUROMEDITERRANEO?

Ne discutono con: GIANNI PITTELLA

Andrea Casu (Resp. Esteri Giovani DL)
Federica Mariotti (Resp. Esteri Giovani Sg)
Brenda Nabukenya (Segreteria nazionale Giovani democratici Ugandesi)
Fahmi Zarir ( Segretario generale Giovani Fatah – Palestina)
Nils Hindersmann (Vicepresidente Ecosy – Germania)
Sharon Erde (Vice presidente Iusy- Israele)
Giacomo Filibeck (Presidente ECOSY)
Fausto Raciti (Segretario nazionale Sg)
Federica Mogherini (Vice responsabile nazionale dip. Esteri Ds)

Coordina:
Michele Mezza (Vicedirettore Rai International)

Ore 23.00 –  DARIO VERGASSOLA in: le interviste impossibili.
Ore 01.00 – “Dance all” sulla spiaggia.

Domenica 2 settembre

Ore 11.00 BlogPolitik 2.0. Innovazione Partecipazione Comunicazione verso il Partito Democratico

Coordina Sergio Ragone  Coordinatore segreteria Sg Basilicata

Intervengono: Salvatore Adduce (senatore Ulivo) Enzo Santochirico (Assessore Regione Basilicata), Loredana Albano (Presidente CoReCom) , Pierluigi Regoli,  Paolo Guarino, Giovanni Calia, Alfredo Di Giovampaolo, Giuseppe Granieri, Pier Maran ( Consigliere comunale Ulivo -Milano).

Ore 13.00 pranzo

Ore 17.00 Presentazione libro Lucani Altrove
Con Renato Cantore caporedattore Tg3RAI Basilicata – autore del libro


Ore 18:00 – UNA CULTURA POLITICA PER IL PARTITO NUOVO

Intervengono:

Giancarlo Schirru (Ricercatore di Glottologia e Linguistica università Roma “La Sapienza”)
Roberto Gualtieri (Vicedirettore Fondazione Istituto Gramsci)
Antonio Luongo (Deputato de l’Ulivo)
Gianpaolo D’Andrea (Sottosegretario governo Prodi)

Coordina: Giuseppe Provenzano (Democratica)


Ore 20:00 – Cena buffet

Ore 21:30 –  INNOVAZIONE E DINAMISMO PER UN “NUOVO” MEZZOGIORNO

Ne discutono con: FILIPPO BUBBICO

Piero Lacorazza
(Segretario Regionale Ds Basilicata)
Michele Mazzarano (Segretario Regionale Ds Puglia)
Enzo Amendola (Segretario Regionale Ds Campania)
Vito De Filippo (Presidente Regione Basilicata)
Erminio Restaino (Presidente Gruppo Ulivo Regione Basilicata)
Sabino Altobello (Presidente Provincia di Potenza)


Coordina:
Armando Cirillo (Vice responsabile Mezzogiorno nazionale Ds)

Ore 23.00 Les Manuages in concerto.
Ore 01.00 Dance all sulla spiaggia.

Lunedì 3 settembre

Ore 16:30 – TRASFORMARE IL WELFARE ITALIANO: LA VERA SFIDA DEI RIFORMISTI

Intervengono:

Segreteria nazionale CISL
Agostino Megale (Presidente Ires, CGIL)
Renata Polverini (Segretario Generale UGL)
Guglielmo Loy (Segretario Confederale UIL)
Vincenzo Folino (Vicepresidente Regione Basilicata)

Coordina:
Francesco Dinacci (Responsabile lavoro e welfare nazionale Sg)



Ore - 18:30 – POLITICA E CLASSI DIRIGENTI IN ITALIA

Ne discutono con: GIULIANO AMATO

Angelo Petrosillo (Coordinatore nazionale Democratica)
Roberto Speranza (Presidente nazionale Sg)
Pina Picierno (Presidente Nazionale giovani Dl)
Giovanni Casaletto (Segretario Regionale Sg)


Coordina:
Tommaso Labate (Editorialista Il Riformista)


Ore 20.30 – Cena
Ore 23.00 – Eurogeneration party - Lbc live - Dj set
Ore 01.00 - Dance all sulla spiaggia

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eurogeneration

permalink | inviato da ilcuorequilatestanelmondo il 20/8/2007 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
19 agosto 2007
ilcannocchiale.it partner di Eurogeneration
 La piattaforma blog più importante d'italia (www.ilcannocchiale.it) diventa partner della sesta edizione della festa della Sinistra Giovanile, in programma a Metaponto dall’1 al 3 settembre. “Il marchio di Eurogeneration – spiega Sergio Ragone, coordinatore regionale della Sg Basilicata – a breve sarà anche presente, a rotazione, sugli oltre 31.000 blog italiani pubblicati dal Cannocchiale. La cosa ci riempie di gioia e di orgoglio”. La sfida lanciata dalla Sg Basilicata sulle nuove forme di comunicazione della politica, premia oggi un lavoro improntato sull'innovazione.  Studiare nuove forme di comunicazione, più efficaci, significa rinnovare la politica e allargare la partecipazione. “I partiti, così come erano stati concepiti - continua Ragone - difficilmente potranno avere un futuro. Anche la politica oggi deve offrire ai cittadini, ai giovani, la possibilità di diventare protagonisti, di proporre idee e progetti”.

Proprio come ha fatto negli ultimi anni il web, che si è arricchito dei contenuti prodotti dagli utenti.  “Il Partito Democratico che vogliamo - conclude Ragone – è un partito nuovo e innovatore. Non più realizzato sul modello della piramide, ma su quella della rete. Di questa rete, come sostenuto da Walter Veltroni, il Pd dovrà diventarne un nodo essenziale, per unire tutti coloro che, in modi e luoghi diversi, oggi lavorano con passione e interesse alla costruzione di una Basilicata nuova e di una Italia nuova”.
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 40436 volte




IL CANNOCCHIALE